Seguici    
Accedi
 

.salute - Puntata 12. Giocampus

 

La cura della nostra salute a partire dall’alimentazione ha nell’acqua un alleato insostituibile. In questa puntata di .salute partiamo da Parma, cuore della food valley italiana, dove si trova il Barilla Center. Gli alunni della Scuola Primaria “Lino Maupas” hanno trascorso una giornata presso l’Accademia Barilla nell’ambito di Giocampus, un percorso educativo triennale per l’insegnamento di un corretto stile di vita, monitorato dal comitato scientifico del progetto Scuola Cibo del Miur. Guidati dai Maestri del Gusto dell’Accademia Barilla, i piccoli alunni hanno partecipato alla realizzazione del ‘Menu per il Sig, H20, monitorando la quantità d’acqua presente nelle diverse portate e ricette.

L'acqua è essenziale per la vita ed è il costituente principale della cellula e dell'organismo umano. Il tessuto muscolare ne è composto per il 75%, mentre il tessuto adiposo ne contiene solo il 10%. Il contenuto di acqua totale di un organismo varia in funzione del sesso e dell'età: nell'uomo adulto tra il 51 e il 61% e nelle donne tra i 45 e il 57%. Nel neonato arriva anche al 77%: questa percentuale si abbassa dal primo al nono anno di età fino ad arrivare ai valori regolari con la pubertà. Già a partire dall’adolescenza, le donne presentano un contenuto idrico corporeo inferiore all'uomo in relazione ad una maggiore percentuale di massa grassa.

La quantità costante di acqua nel nostro organismo è assicurata da un equilibrio tra entrate ed uscite. Si parla di fabbisogno idrico per indicare la quantità di acqua indispensabile perché questo equilibrio rimanga costante. Il fabbisogno di acqua varia da individuo a individuo e dipende dall'alimentazione, dalla composizione corporea, dalla temperatura ambientale, dalla quantità delle perdite e dall'attività muscolare. In generale, ad ogni caloria ingerita corrisponde, per un adulto, un millilitro d’acqua, per un bambino un millilitro e mezzo.