Seguici    
Accedi
 

Autismo: gli strumenti e le modalità da adottare

L’esperienza di madre di due ragazzi autistici e l’emergenza nella quale siamo stati catapultati hanno permesso a Cristiana Mazzoni, membro di FIDA – Forum Italiano Diritti Autismo, di evidenziare le criticità dell’approccio alla neuro-diversità e, conseguentemente, anche la didattica a distanza ad essi rivolta. Partendo dal presupposto che in ogni casa vi è almeno una TV, o un pc, o un tablet, o uno smartphone, o tutti i predetti dispositivi insieme, possiamo ipotizzare di utilizzare la Smart Tv con programmi e canali tematici, interattiva ed educativa anche per gli studenti con disabilità (attraverso un telecomando o un joystick, ad esempio). Si può, inoltre, ipotizzare di personalizzare i percorsi educativi su richiesta delle scuole, creando contenuti ad hoc anche con l’ausilio dei docenti di sostegno e degli assistenti alla comunicazione ed integrazione, così da rendere ancora più efficace la relazione tra allievi e docenti e la fruizione della didattica da parte di tutti gli allievi, adattandola di volta in volta ad esigenze specifiche. Andrebbe incrementata la collaborazione con Università, Enti di Ricerca e MIBACT (ad esempio: INGV) per favorire percorsi virtuali, approfondimenti scientifici, tecnici o artistici.

A seconda degli studenti destinatari possono essere pensati esercizi in forma di gioco, per quelli più piccoli, oppure più strutturati e tecnici, per quelli più grandi, direttamente all’interno dei contenuti didattico-divulgativi proposti. La tecnologia digitale oggi, secondo Mazzoni, ci viene in soccorso e può contribuire in modo significativo ad abbattere le disparità, garantendo il diritto allo studio anche a distanza e anche e soprattutto per quegli studenti non autosufficienti.

 

Cristiana Mazzoni, dopo la nascita dei sue due figli e la diagnosi di Disturbo dello Spettro autistico di entrambi, accresce in lei la capacità organizzativa, da un lato, e la consapevolezza e conoscenza del mondo della neuro-diversità, nel e per il quale è impegnata. In questa cornice matura la nascita di FIDA – Forum Italiano Diritti Autismo, piattaforma programmatica per i diritti delle persone autistiche e dei loro familiari, che vede in campo associazioni, singoli genitori, autistici ad alto funzionamento e professionisti a vario titolo legati al mondo dell’autismo e della disabilità.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo