Seguici    
Accedi
 

CARAVAGGIO. SAN LUIGI DEI FRANCESI

L’unità audiovisiva propone alcuni stralci dello sceneggiato Caravaggio (1967), di Andrea Barbato e Ivo Perilli e per la regia di Silverio Blasi, in cui si rievoca la genesi e la creazione della Trilogia di San Matteo - comprendente La vocazione di San Matteo, Il martirio di San Matteo e San Matteo e l’angelo - dipinta da Caravaggio per la Cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi, a Roma.
Michelangelo Merisi (Caravaggio 1571 – Porto Ercole 1610), al secolo Caravaggio, trasferitosi a Roma da Bergamo, dipinse i quadri facenti parte la trilogia nel 1597. L’opera lo rese famoso soprattutto per lo scandalo provocato dalla supposta irriverenza dei modelli e dello stile delle pitture, delle quali l’artista venne costretto a produrre una nuova versione.
Da questo momento in poi, nella tormentata vita dell’estroso artista lombardo, si susseguirono vicissitudini e sorti alterne, risse, episodi di violenza e conseguenti denunce alla polizia che lo costrinsero a peregrinare nel Sud Italia, soffermandosi in particolare tra la Sicilia e Napoli. Qui realizzò le celebri La flagellazione di Cristo e Le sette opere di misericordia. Nella sua condizione di fuggiasco continuò a produrre per chiese e conventi i suoi capolavori, cercando di ottenere la grazia dai suoi protettori presso gli Sforza. La grazia la ottenne solo alcuni giorni dopo la morte, avvenuta in una locanda, in solitudine, per le complicazioni di un’altissima febbre.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo