Seguici    
Accedi
 

IL MOVIMENTO SINDACALE ORGANIZZATO: IL FALLIMENTO DELLO SCIOPERO DEL 1913

L’impresa bellica in cui si avventurò l’Italia nel 1911, dichiarando guerra alla Libia, suscitò un acceso dibattito e incrementò il malcontento generale. Il costo della vita era ormai salito alle stelle, a causa, soprattutto, dei vertiginosi prezzi imposti sugli alimenti e sui beni di prima necessità. Anche la Camera del Lavoro di Milano perse numerosi iscritti.
Il 31 marzo 1913 segnò la nascita dell’Unione Sindacale Milanese e del suo giornale: l’Avanguardia. Mussolini intanto organizzò lo sciopero sindacalista generale a Milano, che però si chiuse con un bilancio negativo, sia politico che sindacale.
L’unità si chiude con una scheda biografica e politica di Giuseppe Di Vittorio (Cerignola, 1892 – Lecco, 1957). Nato da una povera famiglia di braccianti pugliesi, Di Vittorio, dopo essere entrato nelle fila dell’Unione Sindacale Italiana, e dopo aver militato nella lotta sindacale e politica come socialista e poi come comunista, fu eletto nel 1945 segretario della CGIL.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo