Seguici    
Accedi
 

Leggimi ancora: raccontami una storia, ad alta voce

 Leggimi ancora: raccontami una storia, ad alta voce

 

E' partita il 1° ottobre la II edizione del progetto nazionale “Leggimi ancora”, un’iniziativa promossa da Giunti Scuola e Giunti Editore, pensata per fornire ai docenti delle scuole primarie, uno strumento di lavoro valido per promuovere apprendimento e di crescita dei propri alunni.

Leggere in classe ad alta voce ogni giorno, cambiando stili, generi e temi, produce effetti positivi in tutti i settori dell’apprendimento. Ne sono convinti i 13.000 maestri e maestre che hanno aderito con entusiasmo all’edizione 2018. L’impegno consiste nel leggere a scuola, per un tempo che può arrivare fino ad un’ora al giorno, racconti e storie per poi coinvolgere i bambini nella rielaborazione delle emozioni suscitate dalla narrazione, analizzando il livello di apprendimento di nuovi vocaboli e forme espressive e valutando le difficoltà incontrate.

Dal 1° ottobre 2019, collegandosi con il sito www.leggimiancora.it, le scuole potranno aderire alla II edizione. I docenti che iscriveranno la propria classe, riceveranno un “kit per la lettura” messo a disposizione da Giunti Editore che contiene suggerimenti utili  su come leggere al meglio ai bambini, formazione online e tutoraggio costante. La sfida è rivolta a tutti i docenti delle scuole primarie che vogliono ripetere l’esperienza o iscriversi per la prima volta.

“Leggimi ancora” nasce dall’incontro tra Giunti Scuola e il professor Federico Batini, docente di Pedagogia sperimentale, metodologia della ricerca educativa e metodi e tecniche della valutazione scolastica dell’Università di Perugia. Nella sua attività di ricerca Batini da anni segue con molta attenzione il filone dedicato alla lettura e ai suoi effetti. In base ai risultati di questo studio, il progetto rappresenta uno strumento di promozione della lettura presso i giovanissimi, in particolare della lettura ad alta voce, come risposta a percentuali rilevanti di dispersione scolastica, al crescente analfabetismo “funzionale” e al costante calo dei lettori. La lettura è una vera e propria ginnastica per il cervello, le cui ricadute positive si apprezzano in ambito scolastico e nell’ordinarietà della vita.

All’interno del progetto, il professor Federico Batini, ha condotto una ricerca che ha coinvolto più di 1500 alunni, rappresentativi di tutta la primaria e del territorio nazionale, selezionati tra le classi iscritte a “Leggimi ancora”, dove i docenti hanno svolto letture ad alta voce per un’ora al giorno, per 100 giorni seguendo un protocollo fornito dal team di ricerca. Prima e dopo la sperimentazione sono stati misurati alcuni parametri come dimensioni cognitive, abilità specifiche legate alla comprensione e dimensioni emotive. Sono stati valutati anche elementi in grado di fare una previsione circa il successo scolastico degli allievi. I risultati dell’ imponente ricerca verranno resi noti durante la prossima edizione della fiera Didacta, all’interno del convegno "Leggimi ancora. Lettura ad alta voce e life skills", che si terrà a Firenze presso la Fortezza da Basso l’11 ottobre 2019.

Approfondimenti e materiali del progetto sono online su www.leggimiancora.it.

Tags

Condividi questo articolo