Seguici    
Accedi
 

Marco Francesconi: autenticità e ambiguità

Marco Francesconi , psichiatra e psicoanalista, docente dell’Università di Pavia, intervistato al Festival del Pensare 2017, esamina i concetti di autenticità, identità e ambiguità.

La parola autentico, secondo Francesconi, è di per sé già ambigua, se la intendiamo come autosufficienza (autentico centrato sul senso di “autos”), siamo nell’area del narcisismo, del non avere bisogno dell’altro. Ma il narcisista è invece il soggetto che ha più bisogno dell’altro proprio per affermare la propria autosufficienza, che ha bisogno dell’altro per distruggerlo, per insultarlo anziché per consultarlo, per trovare una forma di relazione con lui.
La parola autentico si può interpretare anche in un senso diverso come verità capace di nutrire e di dare spazio alla crescita, una verità intesa non in senso assoluto, ma come coerenza tra quello che il soggetto prova e quello che riesce ad esprimere.

Il concetto di ambiguità, secondo Francesconi, può essere inteso come una delle forme difensive che cercano di risolvere il problema evitando il conflitto, attraverso la negazione dell’esistenza del conflitto stesso. L’ambiguità viene intesa come uno stato primordiale della mente da sottoporre a continua rielaborazione.

 



 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo