Seguici    
Accedi
 

Umberto Galimberti. Il declino dell`occidente

Umberto Galimberti, intervistato al Festival della Filosofia di Modena 2018 Verità, parla della fase di lento declino dell’umanità, che riguarda in primo luogo l’occidente. Secondo il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo, gli occidentali, che costituiscono il venti per cento della popolazione mondiale, per mantenere l’attuale modello di vita hanno bisogno dell’ottanta per cento delle risorse della terra. Risulta evidente che un sistema così sballato nelle sue proporzioni non può durare, per cui noi siamo destinati inevitabilmente a decrescere, mentre al contrario ci invitano a crescere cioè a consumare, a buttare via i prodotti nel modo più rapido possibile per garantire la produzione e attraverso la produzione il consumo, in un circolo vizioso che Galimberti definisce nichilismo: portare le cose al niente nel modo più rapido possibile.

"Il nichilismo ha due grandi alleati che sono la pubblicità e la moda. Se noi non abbiamo più bisogno di cose allora dovremo produrre bisogni e quando i bisogni sono prodotti avremo il prodotto che soddisfa i bisogni indotti".


Umberto Galimberti ha insegnato Filosofia della storia presso l’Università “Ca’ Foscari” di Venezia. Fissando il proprio sguardo filosofico sui confini tra ragione e follia, nei suoi studi ha indagato con metodo genealogico le nozioni di simbolo, corpo e anima, rendendo visibili le tracce del sacro che persistono nella nostra civiltà dominata dalla tecnica. Tra i suoi libri: Psiche e techne. L’uomo nell’età della tecnica (Milano 1999); Orme del sacro (Milano 2000, premio Corrado Alvaro 2001); La lampada di psiche (Bellinzona 2001); I vizi capitali e i nuovi vizi (Milano 2003); Le cose dell’amore (Milano 2004); Il tramonto dell’Occidente (Milano 2005); La casa di psiche. Dalla psicoanalisi alla consulenza filosofica (Milano 2006); L’ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani (Milano 2007); Il segreto della domanda. Intorno alle cose umane e divine (Milano 2008); I miti del nostro tempo (Milano 2009); Cristianesimo. La religione dal cielo vuoto (Milano 2012); Eros e psiche (Milano 2012); La morte dell’agire e il primato del fare nell’età della tecnica (Milano 2013); La terra senza il male (Milano 2013); Idee: il catalogo è questo (Milano 2013); Il segreto della domanda. Intorno alle cose umane e divine (Milano 2013); Giovane, hai paura? (Venezia 2014); L’usura della terra (Milano 2014); La parola ai giovani. Dialogo con la generazione del nichilismo attivo (Milano 2018); Nuovo dizionario di psicologia, psichiatria, psicoanalisi, neuroscienze (Milano 2018). L’editore Feltrinelli pubblica l’edizione delle sue Opere.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo